Credo non servano parole, non si può che restare profondamente affascinati nel visitare il giardino privato di uno dei paesaggisti più importanti di tutti i tempi, colui che ha rivoluzionato l’uso delle erbacee perenni, che ha dato vero valore alle graminacee disegnando per loro un ruolo centrale nel paesaggismo moderno e con il suo modo di interpretare il suo lavoro ha creato uno stile di giardinaggio nuovo, unico ed evoluto. Chapeau!